+

Essais: il lavoro del capire

La mia idea di "essai" (la parola significa "tentativo" in francese) viene dal saggista francese del XVI secolo Michel De Montaigne che scrisse saggi per capire meglio chi fosse. Scriveva in risposta agli antichi filosofi e, come loro, rifletteva sul significato della propria vita, trovato in esperienze personali calate all'interno della realtà sociale attorno a lui.

Per Montaigne, la scrittura serviva per la conoscenza di sé e la comprensione della natura umana. Di conseguenza, la sua scrittura doveva rendere reale il miglioramento di se stesso e della società. In un “essai” per me quindi quel che si vuole dimostrare è anche l'autoconsapevolezza calata nel contesto delle situazioni socio-culturali in cui si vive. o almeno, lavorare sodo per provarci.

Alcune cose interessanti: